Skip to main content
fisioterapia

Terapia PRP (Plasma Ricco di Piastrine)

Fisio 10 è in costante aggiornamento e ha quindi voluto investire sulla Terapia del PRP (Plasma Ricco di Piastrine), ottenendo l’autorizzazione dal Centro Immunotrasfusionale di Padova con delibera Dir. Gen. UOC Direzione Amministrrativa di Ospedale n. 188 del 24.01.2024.

Cos’è il PRP?

Il PRP è un avanzato trattamento medico per favorire la rigenerazione e il recupero ottimale delle patologie quali:

lesioni legamentose del ginocchio e della caviglia;
lesioni muscolari;
tendinopatie croniche;
pseudoartrosi;
lesioni cartilaginee.

Le infiltrazioni di PRP rappresentano anche un ottimo strumento nella terapia conservativa dell’osteoartrosi lieve o moderata della spalla, anca, ginocchio e caviglia, grazie alla loro capacità di ridurre la risposta infiammatoria, il dolore e inducendo un miglioramento funzionale, come dimostrato da numerosi studi clinici (tra i quali “L’utilizzo del PRP in Ortopedia e Traumatologia dello Sport: prove di efficacia” eseguito da: “Università Cattolica del Sacro Cuore, Istituto di Clinica Ortopedica e Traumatologia del Policlinico A. Gemelli, Roma;
* Istituto di Ricerca Traslazionale per l’Apparato Locomotore - Nicola Cerulli, LPMRI, Arezzo;
** Clinica Ortopedica e Traumatologica, Università degli Studi di Perugia).

In cosa consiste la terapia?

Il PRP è un concentrato di piastrine che sfrutta l’azione dei fattori di crescita autologhi (cioè appartenenti allo stesso paziente) ottenuti da un semplice prelievo venoso.
Il sangue prelevato viene poi centrifugato per estrarre la parte ricca di fattori di crescita (o gel piastrinico) che verrà utilizzata per l’infiltrazione.
Il concentrato, infine, viene iniettato con un ago sottile nella sede di lesione tendinea, muscolare o articolare con il risultato di una procedura poco invasiva.
Il percorso tipico di guarigione richiede 3 infiltrazioni a distanza di 15-20 giorni.