Attività Fisica ed Invecchiamento - Dichiarazione di consensi di Copenhagen 2019

Dal 19 al 22 Novembre 2018, 26 ricercatore rappresentanti nove nazioni e una grande varietà di discipline accademiche si sono incontrati a Snekkersten, Danimarca, per raccogliere e riassumere le evidenze scientifiche sull'attività fisica per gli anziani? Il termine anziani rappresenta una popolazione molto eterogenea ma è ampiamente riconosciuto che coloro i quali rimangono fisicamente attivi hanno benefici in diversi ambiti, dal cognitivo all'inclusione sociale. Sebbene sia riconosciuto il rischio di eventi avversi durante l'esercizio, questo può essere minimizzato scegliendo attentamente il tipo di attività da svolgere e consultandosi con personale qualificato per effettuare una valutazione dello stato di salute generale precedentemente all'inizio del programma di attività fisica.

attivita fisica invecchiamento 01Capacità funzionale e salute?

Gli anziani fisicamente attivi, confrontati con gli inattivi, mostrano benefici in termini di funzionalità fisica e cognitiva, mobilità, dolori muscoloscheletrici, rischio di cadute e qualità di vita poiché incrementando il livello di attività fisica si andranno a stimolare maggiormente numerosi sistemi fisiologici. La risposta all'esercizio fisico è positiva anche per volumi ed intensità inferiori ai 150 minuti settimanali consigliati dalle comuni linee guida.

Salute del cervello e funzionalità cognitiva

L'attività fisica comporta anche benefici per la salute del cervello e la funzionalità cognitiva. Evidenze scientifiche infatti supportano la riduzione del declino della neurodegenerazione (anche in patologie come Alzheimer e Parkinson) in soggetti fisicamente attivi. Volumi di circa 3 ore a settimana di allenamento, per un periodo che va da qualche mese all'anno, apportano modesti miglioramenti alla struttura e funzione del cervello e alla capacità cognitive, percettive e motorie.

Cambiamenti di comportamento e abitudine

Anziani fisicamente attivi riferiscono una maggior autosufficienza e percezione di salute e minor stato di depressione rispetto ai loro coetanei sedentari.

attivita fisica invecchiamento 02Aspetti sociali e partecipazione all'attività fisica?

Le ineguaglianze sociali influenzano i livelli di partecipazione ai programmi di attività fisica. Coloro i quali sono stati abituati alla pratica dell'esercizio per tutta la durata della loro vita sono ovviamente più consapevoli e inclini all'intraprendere programmi di attività fisica. Questo è ancora più accentuato quando essi hanno già provato personalmente i numerosi benefici che l'attività fisica apporta. E' importante sottolineare il ruolo che lo sfondo socio-culturale gioca nell'influenzare le abitudini dei soggetti. Gli anziani infatti sono altamente incentivati al rimanere o diventare fisicamente attivi quando ricevono stimoli dall'ambiente in cui vivono.

Fonte: Copenhagen Consensus statement 2019: physical activity and ageing, Bangsbo J, et al. Br J Sports Med 2019


Fisio10 Srl Centro Medico Fisioterapico
Dir. San. dott. Francesco Greco Spec. in Ortopedia e Traumatologia
Via Guasti 12/H int.3 Padova - Tel. 049 680 080 Cell. 340 2237025
P.IVA 04573830280