Lavoro integrato tra FMS e SFMA

lavoro integrato fms sfma 01

Com'è possibile utilizzare i due metodi FMS ed SFMA™ in modo integrato per ottenere il massimo per la salute della persona?

lavoro integrato fms sfma 02Presso il nostro Centro Fisio10 una persona può richiedere un'analisi del proprio movimento. Il punto di partenza per un'analisi della qualità del proprio movimento è rappresentato dal metodo FMS con i suoi 7 test di ingresso di cui abbiamo già parlato ampiamente.

Nel caso in cui la valutazione rispecchi i requisiti è possibile iniziare il programma di condizionamento o rieducazione. Se nella valutazione ci sono uno o più test che comportano la manifestazione di dolore si passerà ad un'analisi più approfondita e dettagliata tramite gli 8 test TOP TIER del metodo SFMA™.

Grazie ai TOP TIER è possibile individuare i deficit di movimento analizzando la catena cinetica del distretto corporeo interessato. L'SFMA™ viene utilizzato per identificare aree di disfunzione e dolore del movimento e distinguere la disfunzione per limitazione di articolarità rispetto alla disfunzione per mancato controllo motorio. Questa analisi fa si che tutte le problematiche di diminuzione di articolarità vengano gestite con la terapia manuale, ma questo non toglie la possibilità di lavorare con i restanti settori corporali secondo il metodo FMS. Il lavoro non è infatti a compartimenti stagni, ma bensì integrati per un unico obiettivo che pone la persona nella sua globalità al primo posto.

lavoro integrato fms sfma 03Nel caso in cui vi siano particolari malattie che alterano il movimento (frattura, strappi muscolari, situazioni post-chirurgiche) dove la priorità è la rigenerazione dei tessuti, esse andranno gestite con piani terapeutici prescritti dal medico specialistico.

lavoro integrato fms sfma 04L' SFMA™ è il metodo usato per svelare l'origine della "disfunzione", che può trovarsi in sede lontana rispetto a dove è percepito il dolore per il concetto di interdipendenza regionale dei segmenti corporei, sia che si tratti di un problema di mobilità articolare che di controllo motorio.

La disfunzione articolare sarà trattata con manualità adeguate mentre quelle motorie con un approccio chinesiologico con metodica FMS. E' fondamentale sottolineare come la risoluzione del problema articolare tramite le manualità fisioterapiche non comporta un miglioramento del controllo motorio; quest'ultimo andrà integrato e sviluppato con l'esercizio fisico.

Nel eseguire l’analisi SFMA™, i maestri ci ricordano di rispettare i seguenti punti fondamenali:

  • Mai trattare un problema di mobilità con una correzione di stabilità;
  • La Mobilità ha sempre la priorità sulla stabilità;
  • Se ci sono disfunzioni articolari si utilizzeranno tecniche manuali. Solo ad articolarità recuperata si potrà lavorare con l'esercizio fisico.

Fisio10 Srl Centro Medico Fisioterapico
Dir. San. dott. Francesco Greco Spec. in Ortopedia e Traumatologia
Via Guasti 12/H int.3 Padova - Tel. 049 680 080 Cell. 340 2237025
P.IVA 04573830280