I concetti chiave del SFMA (SELECTIVE FUNCTIONAL MOVEMENT ASSESSMENT)

concetti chiave SFMA 01

Uno dei concetti chiave del Selective Functional Movement Assessment è rappresentato dall’ interdipendenza regionale.

In base a questa visione del nostro corpo nella sua totalità, l’interdipendenza regionale stabilisce che, deficit funzionali di settori anatomici remoti e senza correlazione con l’area di dolore principale della persona possono essere associati o contribuire al disturbo stesso.

concetti chiave SFMA 02Per questo SFMA™ ritiene indispensabile il sistema motorio nella sua completezza. Non è sufficiente un solo esame che osservi analiticamente la lesione ed eventualmente i distretti anatomici articolari più vicini ad essa o il distretto anatomico controlaterale. L’interdipendenza regionale considera il sistema locomotore come un’unica entità e per questo vanno valutate tutte le possibilità di movimento del corpo indipendentemente dalla regione del disturbo primario del paziente tramite sette test chiamati TOP TIER.

L’interdipendenza regionale prevede un’alternanza tra segmenti anatomici che devono essere stabili con altri che devono essere mobili.
Definiamo stabile un’articolazione che ha il suo movimento primario in un singolo piano nello spazio, mentre si definisce mobile un’articolazione che ha più di un piano di movimento nello spazio.
Più nel dettaglio possiamo osservare nella tabella sottostante come, a partire dal piede, nel nostro corpo vi sia un’alternanza di articolazioni che necessitano di stabilità e altre che necessitano di mobilità.

concetti chiave SFMA 03Se questa sequenza si altera, ad esempio per traumi acuti o atteggiamenti posturali scorretti, le articolazioni che circondano la sede della lesione, cercheranno di sopperire nel tentativo di porre rimedio al deficit instauratosi assumendo caratteristiche per cui non sono predisposte. Tutto diventa più chiaro con un esempio: una caviglia non adeguatamente mobile causerà dolore al ginocchio (articolazione soprastante) poiché quest’ultimo, che dovrebbe essere caratterizzato da adeguati livelli di stabilità, tenderà a diventare un’articolazione mobile contro la sua natura.


Fisio10 Srl Centro Medico Fisioterapico
Dir. San. dott. Francesco Greco Spec. in Ortopedia e Traumatologia
Via Guasti 12/H int.3 Padova - Tel. 049 680 080 Cell. 340 2237025
P.IVA 04573830280